Giorni di relax e benessere ti aspettano a San Pietro in Bevagna, un luogo ideale per godersi la bellezza selvaggia della Puglia. Scopriamo insieme cosa vedere e perché si tratta di una meta ideale per vivere una vacanza memorabile tra natura, storia e cultura.

San Pietro in Bevagna, lunga spiaggia in Salento

San Pietro in Bevagna si trova in provincia di Taranto, sulla costa ionica del Nord del Salento. Si tratta di una località balneare, una frazione del comune di Manduria molto apprezzata dai turisti, soprattutto durante i mesi estivi. La spiaggia è una delle più belle del Salento; il litorale è molto lungo e quasi interamente sabbioso. È un luogo incontaminato, dove troverai delle aree attrezzate e ampi tratti di spiaggia libera con un sistema di dune immerso nella vegetazione selvaggia.
Parallele alla sabbia, potrai ammirare lunghe distese di verde. Il mare è trasparente; potrai fare il bagno in acqua pulita e cristallina, nuotare, tuffarti e fare sport acquatici. In alcuni punti l’acqua è rinfrescata dall’azione delle correnti del fiume Chidro, che ha qui la sua foce. Questo è uno dei più importanti e rari fiumi che attraversano la Puglia. La peculiarità di San Pietro in Bevagna è che il mare e il fiume si incontrano creando tante sfumature. Secondo la leggenda, l’apostolo San Pietro naufragò in questo tratto di terra intorno al 44 d.C.; attraversò in lacrime il corso d’acqua, colpevole di tradimento nei confronti di Gesù, ed esse si trasformarono in conchiglie.

Itinerario culturale tra natura e storia

Durante la tua vacanza potrai visitare la Chiesta di San Pietro in Bevagna; nota anche come Chiesa Rupestre oppure con l’espressione Cripta del Redentore. Si narra che in questo luogo San Pietro incontrò una statua pagana di Zeus, che fece il segno della croce e la sgretolò di fronte a dei viandanti; questi si convertirono al cristianesimo e iniziarono a formare una piccola comunità. La Chiesa si trova a pochi metri dalla spiaggia, annessa ad una torre medievale; è un luogo molto misterioso caratterizzato da elementi neogotici.
La Torre di San Pietro è era una fortezza difensiva edificata per contrastare le incursioni sul mare da parte dei saraceni; è un vero e proprio monumento simbolo di San Pietro in Bevagna in Piazza delle Perdonanze. Inoltre, presso la foce del fiume si trovano importanti reperti archeologici, noti come le antiche Vasche del Re. Si tratta di un tesoro sommerso inabissato di fronte alla costa, costituito da 23 sarcofagi risalenti a differenti epoche storiche. Sono i resti di una nave romana affondata nel III secondo d.C..

Come arrivare a San Pietro in Bevagna

Se arrivi in aereo, gli aeroporti più vicini al territorio di Manduria sono quelli di Bari e di Brindisi. Dall’aeroporto di Brindisi Casale è possibile prendere un bus navetta diretto a Lecce e, da qui, proseguire in treno o noleggiare un’automobile. In Puglia le ferrovie dello Stato sono quelle del sud-est; una volta giunto a Lecce, potrai usufruire dei collegamenti locali offerti durante i mesi estivi in Salento. Arrivando in treno, le stazioni ferroviarie più vicine alla località marina sono quelle dei comuni di Francavilla Fontana e Oria, a 12 km da Manduria. Infine, in automobile potrai raggiungere il centro del paese prendendo da Taranto la SS7 Via Appia Taranto-Brindisi e uscendo a Oria. Segui la segnaletica e, una volta raggiunta Manduria, dovrai proseguire per altri 10 minuti per raggiungere San Pietro in Bevagna, in direzione mare.

Cosa vedere nei dintorni di San Pietro in Bevagna

Vicino a San Pietro in Bevagna potrai visitare numerosi luoghi e attrazioni del Salento, tra spiagge bellissime e panorami mozzafiato. Nei pressi della località balneare, merita una visita in primo luogo il centro storico di Manduria; qui ammirerai un imponente palazzo barocco nella piazza principale, edificato sugli antichi resti di un castello; e la vicina Biblioteca, che ospita importanti reperti archeologici e dipinti.
Imperdibili sono anche le dune di Campomarino di Maruggio, che saranno in grado di regalarti un vero e proprio spettacolo naturale. Le dune sono incastonate nella macchia mediterranea, con i fiori che si alternano alla sabbia bianca; si tratta di una località incontaminata che conserva l’habitat naturale di molte specie vegetali e animali. Infine, un comune in provincia di Taranto non distante che merita una visita è Grottaglie con il suo Quartiere delle ceramiche. Tra i vicoli e le colorate botteghe degli artigiani, ti sembrerà di passeggiare in luoghi lontani.