L’attesissimo periodo estivo e di vacanze è arrivato! Molto probabilmente come milioni di turisti in tutto il mondo starai cercando un luogo in cui trascorrerle insieme alla propria famiglia o ad un’allegra compagnia di cari amici.

La nostra invidiata ed amata penisola offre un patrimonio paesaggistico e naturalistico di immensa bellezza con la sua infinità di località marittime, spiagge incantevoli quasi incontaminate ed acque cristalline in cui godersi il meglio che la natura sa donare. Tra le diverse regioni una terra con una grande varietà di spiagge e siti balneari è sicuramente la Puglia. Questo lunghissimo lembo di terra termina con una zona che viene considerata il “tacco” dell’Italia: il Salento. Tra le innumerevoli spiagge di finissima sabbia bianca e zone dal mare turchese, una spiaggia tra le perle indiscusse è senza dubbio la Baia dei Turchi, ad Otranto.

Questo luogo davvero suggestivo e molto amato dagli stessi pugliesi e non solo, è il perfetto luogo di incontro tra l’acqua turchese, la spiaggia incastonata nella roccia e la folta macchia Mediterranea con la sua pineta che la circonda. Il tutto sovrastato dal caldissimo sole salentino che instancabile abbraccia la Puglia per tutta l’estate. È proprio il posto in cui si respira a pieni polmoni il tipico spirito salentino de “lu mare lu sule lu ientu”.

Eccoti alcune informazioni ed utili suggerimenti su questo tratto di costa incantevole che sicuramente ti indurranno ad inserire la Baia dei Turchi in un itinerario di visita estiva nel Salento.

Perché si chiama Baia dei Turchi?

Questa terra ha una storia millenaria costellata da un’infinità di episodi storici, ricordati dalle popolazioni locali in alcuni casi piacevolmente in altri con grande dolore. Quest’ultimo è il caso legato alla Baia dei Turchi.

Il nome che questa baia assume ha un’antichissima origine in seguito ad un terribile importante avvenimento storico. Nel luglio del 1480 presso questo tratto di costa vi sbarcò la flotta ottomana del Sultano Maometto II con a capo il comandante Acmet Pascià che, con i suoi 18.000 uomini, mise sotto assedio la cittadina di Otranto. La loro richiesta era la sua resa incondizionata e addirittura la conversione di tutti gli abitanti alla religione islamica. Ovviamente, i suoi 2.000 eroici cittadini si rifiutarono di accettarle e fu così che ebbe inizio la loro strenua resistenza che, però, a causa dell’eccessiva superiorità militare e numerica dell’esercito invasore, capitolarono e furono vinti dopo 15 giorni.

Otranto cadde quindi nelle mani dei turchi che trucidarono gli uomini e resero schiavi donne e bambini. Agli 813 uomini che si rifugiarono nella Cattedrale di Otranto trovandovi scampo, quell’esercito invasore intimò loro di arrendersi e convertirsi all’Islam, ricevendo in cambio la possibilità di aver salva la propria vita. In seguito al loro rifiuto furono assaliti, presi prigionieri, portati sul Colle della Minerva e barbaramente decapitati. Ancora oggi i loro resti e reliquie sono conservate presso la Cattedrale della città ed ogni anno tra il 13-14 agosto vengono ricordati nella Festa in onore dei Santi Martiri.

Dove si trova Baia dei Turchi in Salento

La Baia dei Turchi è situata a poco più di 5 km a nord da Otranto, esattamente nel tratto di costa sull’Adriatico tra i laghi interni di Alimini Grande e Alimini Piccolo, distanti solo circa 3 km. Questa baia sabbiosa e incontaminata appartiene alla pregiata Oasi protetta dei Laghi Alimini, uno degli ecosistemi più importanti del Salento in Puglia.

Essa è classificata come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e dal 2007 è anche inserita ne 100 luoghi da salvare in Italia dal Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI).

Le sue acque cristalline e panorama mozzafiato la rendono tra i posti di mare più belli dell’intero Salento, tanto da aver conquistato anche quest’anno l’attestato di Bandiera Blu e le 5 vele di Legambiente. Essa è inoltre attorniata nelle vicinanze da diverse altre spiagge e località tra le più belle e turistiche della Puglia, come i Faraglioni di Sant’Andrea, la Grotta della Poesia, Torre dell’Orso, Porto Badisco e Castro.

Baia dei Turchi Otranto: come arrivare

Costa Baia dei Turchi
Costa Baia dei Turchi

La Baia dei Turchi può essere raggiunta facilmente utilizzando sia mezzi di trasporto pubblici sia l’uso di un proprio mezzo privato (moto, auto, camper). Ecco delle precise indicazioni per catapultarti in questo stupendo luogo senza perdere la rotta giusta.

Come arrivare in autobus

Nel caso partissi da Lecce dovrai prendere l’autobus 165 fino al Porto, cambiare con il 101, scendere all’ingresso del Club Med e poi continuare a piedi per circa 2.2 km. Anche dalla Stazione di Lecce parte l’autobus 101 per effettuare il viaggio per un totale di 16 fermate. Il costo del biglietto è di circa 2 euro.

Nel caso partissi da Otranto dovrai prendere direttamente l’autobus 101 nei pressi dell’Eurospin di Via Alimini fino all’ingresso del Club Med per proseguire a piedi. Il costo del biglietto è di circa 4 euro.

In estate puoi usufruire la linea 101 del servizio Salento in Bus.

Come arrivare in auto

Partendo da Lecce devi prendere la SS16, poi la SP48 in direzione Martano e proseguire verso Otranto fino ad incrociare la SP341. Qui dovrai prendere la strada che ti porterà alla Baia dei Turchi. Trattandosi di circa 50 km di distanza da Lecce, in circa 45 minuti raggiungerai la destinazione.

Partendo invece da Otranto devi prendere la SP366/Via Alimini guidando in direzione di Via Uliveto Vecchio. In soli 11 minuti coprirai i 6 km di distanza.

Baia dei Turchi: dove parcheggiare

Se per te vacanza significa anche viaggiare con la tua auto così da essere libero ed indipendente per qualsiasi spostamento, dopo aver percorso il tratto stradale indicato è possibile parcheggiarla nei diversi parcheggi a ridosso della spiaggia. Alcuni di essi, trovandosi un po’ distanti dall’ingresso, forniscono un servizio supplementare di navetta incluso nel prezzo del parcheggio. Una volta raggiunto l’ingresso dovrai procedere a piedi per soli circa 200-300 m. Il prezzo per il posteggio per tutto il giorno non è inferiore (in media) ai 4 euro.

Ecco alcuni dei parcheggi di cui è possibile usufruire per godersi una mattinata o giornata alla Baia dei Turchi:

  • Parcheggio De Marco: è il più vicino alla baia, ombreggiato ed economico;
  • Agriturismo 2 Palme: a soli 300 m dalla spiaggia è fornito di parcheggio per auto, moto e piazzole di sosta attrezzata per camper. Offre anche servizio di navetta;
  • Parcheggio d’Oriente: a soli 3 minuti a piedi dalla spiaggia;
  • Parcheggio de Benedetto: è situato a 500 metri dalla spiaggia ed offre tariffa unica con il servizio di navetta associato al parcheggio. Inoltre, dispone di videosorveglianza, rete wi-fi ed è a disposizione un punto ristoro;
  • Parcheggio Tenuta Schito: è situato a pochi passi dalla pineta, dotato di doccia e lava piedi ed è a tariffa fissa per l’intera giornata;
  • Santo Stefano Baia dei Turchi Park: è il più distante dalla spiaggia a 1,5 km. Fornisce anche il servizio di navetta che in 5 minuti permette di raggiungere comodamente la spiaggia.

Il paesaggio alla quale ti imbatterai già durante il percorso e al tuo arrivo costeggiando l’azzurro mare meriterà assolutamente il viaggio.

Baia dei Turchi: spiaggia

Spiaggia Baia dei Turchi
Spiaggia Baia dei Turchi

La Baia dei Turchi si ritrova in un contesto naturalistico davvero incantevole da disarmare chiunque, immersa in una rigogliosa vegetazione che l’avvolge come una bella veste. Pur non essendo molto grande, la spiaggia della Baia dei Turchi permette di sistemarsi nella spiaggia libera presente all’arrivo sul luogo. La baia è costituita da diverse calette di sabbia che si alternano a tratti di costa di bassa scogliera.

La sua spiaggia dalla sabbia leggermente più scura rispetto ad altri luoghi e ornata da sassi di arenile ricorda i tipici scenari esotici di lontanissime isole del Pacifico. Sia nel caso tu amassi vivere atmosfere leggermente selvagge sia se cercassi un luogo in cui goderti al meglio il sano relax, la Baia dei Turchi rappresenta la location marittima perfetta per appagare i tuoi desideri.

Per rendere indelebile il ricordo del tempo trascorso in questa meraviglia della creazione, ecco 2 suggerimenti: un primo consiglio è quello di arrivare lì la mattina molto presto specialmente nei mesi di maggior affollamento (luglio-agosto), tenendo conto che già dopo le ore 9 risulta difficile trovare posto; un secondo consiglio è andarci quando soffia il vento dello scirocco (vento di “terra”), così da ritrovare tutte le condizioni ideali di mare calmo e cristallino e così ammirarla in tutto il suo splendore.

Lidi Baia dei Turchi

Il litorale lungo il quale è adagiata la Baia dei Turchi alterna tratti di spiaggia libera a stabilimenti balneari piuttosto caratteristici. L’unico lido presente proprio in questa località è lo stabilimento balneare che prende il nome dal posto, il Resort Hotel Baia dei Turchi. Questa parte di spiaggia è ben attrezzata con ombrelloni, lettini e servizi igienici ecologici oltre ad un piccolo chiosco bar a modici costi.

Cosa fare a Baia dei Turchi

La Baia dei Turchi offre ai suoi ospiti diverse opportunità per svolgere attività di svago e divertimento. Il variegato fondale alternato da scogli e sabbia offre la possibilità di effettuare interessanti immersioni e snorkeling attrezzati con maschere e pinne, oltre che a solcare le acque cristalline con canoa o kayak.

Inoltre, la pineta e la fauna circostante danno lo spunto per fare trekking, piacevoli passeggiate al suo interno e per organizzare dei pic-nic. Presso diverse strutture negli immediati dintorni è possibile inoltre organizzare passeggiate a cavallo sulla spiaggia negli orari meno di punta, escursioni in bicicletta e tour in barca a vela che consentono di fare un bagno in punti di mare più isolati.

Da non perdere sono le diverse possibilità di degustazioni enogastronomiche di prodotti tipici locali che la zona offre.

Baia dei Turchi: dove mangiare

Una bella giornata di vacanza non può che essere completata dalla buona tavola. Se non sei amante del “pranzo a sacco” da consumare sulla stessa spiaggia, sappi che non ci sono locali o ristoranti in cui mangiare alla Baia dei Turchi.

Comunque, nelle immediate vicinanze potrai trovare un’ampia scelta tra fast-food, ristoranti a base di pesce, trattorie con cucina tipica salentina e pizzerie in località quali Otranto (distante 7 km), Porto Badisco (distante 17 km) o Torre dell’Orso (distante 15 km), cogliendo così occasione per visitare altre belle località turistiche.

Alcuni ristoranti consigliati nei dintorni della Baia dei Turchi sono:

  • Cicerietria a soli 2 km (rinomato per i sapori tradizionali della cucina salentina),
  • L’altro Chef – Alla Risacca a Otranto (a base di pesce fresco),
  • La Bella Idrusa sempre a Otranto,
  • Le Due Sorelle – Cucina di mare a Torre dell’Orso,
  • L’approdo di Enea a Porto Badisco.

Prova sulla tua stessa pelle ciò che è stato scritto da qualcuno “Il Salento non lo puoi spiegare. Il Salento lo devi vivere, perché ti entra nell’anima, ti avvolge e non ti lascia più”.