I suoi 17 chilometri di spiaggia hanno reso Porto Cesareo una delle località più visitate del Salento e dell’intera Puglia.

Antico villaggio di pescatori sul Mar Ionio, Porto Cesareo offre ai visitatori diversi resti di epoca romana, come le 7 colonne monolitiche di granito verde cadute in mare.

La Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso, la Cappella della Vergine Santa Cesarea, le torri militari erette lungo il tratto costiero (su tutte, la Torre Cesarea), l’area marina protetta, il Museo di Biologia Marina sono le principali attrazioni culturali di questo luogo, le cui baie sono ancora oggi caratterizzate dalla presenza di molte barche di pescatori.

A bordo del taxi del mare si raggiunge l’Isola dei Conigli. Coperta in parte dalla pineta, è chiamata in questo modo modo perché, negli anni ’50, fu favorito l’insediamento di una colonia di conigli. L’isola è lunga 2,5 km e sembra sorgere dal mare, quasi a protezione della città. Pini, eucalipti e ulivi secolari connotano il suo rigoglioso paesaggio.

Le ampie spiagge di sabbia bianca, bagnate da un’acqua cristallina, sono meta di famiglie con bambini, ma anche di migliaia di giovani e sportivi che amano praticare windsurf, vela e immersioni.

Il clima mite tutto l’anno, invita a visitare questo luogo splendido non solo in estate. Il Salento, infatti, è un mosaico di sabbia e roccia, vegetazione selvaggia e sterminati campi di terra rosa, vigneti e uliveti, dolcissime colline pietrose, lagune e cavità sotterrane. Un territorio plasmato e modificato dall’uomo nei secoli, reso fertile e ricco. Castelli, cattedrali, santuari, palazzi, masserie, torri fanno sì che ogni luogo sia simile a un altro e allo stesso tempo tremendamente e sontuosamente diverso.

Porto Cesareo è senza dubbio una delle mete più belle e, da qualche tempo, ambite di questo meraviglioso scorcio di Mezzogiorno.