La penisola italiana con la sua caratteristica forma a stivale cela come dulcis in fundo in prossimità del suo tacco una delle zone più straordinarie con spiagge paradisiache, città dalla lunga storia e specialità culinarie fra le più saporite: la Puglia. E i turisti da tutto il mondo se ne sono accorti e da alcuni anni la scelgono sempre più numerosi come meta per le vacanze estive o come setting per matrimoni da sogno. Le distanze da percorrere sono contenute, pertanto con un noleggio auto low cost a propria disposizione acquistato sul portale di Auto Europe sono possibili innumerevoli gite per rendere più interessante la vacanza sotto l’ombrellone. I maggiori aeroporti per raggiungere la Puglia sono quelli di Bari e Brindisi; una volta atterrati e ritirato il mezzo a noleggio si può partire alle volta di una sistemazione sulla costa oppure presso una masseria nell’entroterra, immersi fra gli uliveti. Ogni giorno potrete vedere nuovi paesaggi e conoscere sempre più a fondo questa terra magnifica.

Bari e Trani

Bari
Bari

A nord-est della Puglia, direttamente sul mare Adriatico, Bari rappresenta la città più popolosa e vivace della regione, di cui è anche il capoluogo. L’esplorazione parte da Bari Vecchia, il nucleo medievale, dove perdendosi nei vicoli ci si ritrova immersi in quella che è l’autentica vita cittadina. In prossimità del Castello Svevo, superando l’Arco Basso si imbocca l’omonima via conosciuta anche come Via delle Orecchiette, dove le signore preparano il tipo di pasta simbolo di questa città e lo mettono a seccare fuori dalle porte di casa, sempre disponibili a fare una chiacchiera e a vendere il prodotto freschissimo.

Sfruttate l’occasione anche per chiedere indicazioni su come arrivare alla Cattedrale di San Sabino, ovvero il duomo di Bari, e poi alla Basilica di San Nicola, santo protettore della città.

Consigliamo poi una pausa in un caffè presso l’ampia Piazza del Ferrarese, popolare punto di incontro per i baresi e su cui si affacciano l’elegante Palazzo del Sedile, Palazzo Simi e la Colonna della Giustizia, detta “Colonna Infame”. Per coronare la giornata dirigetevi infine verso l’ora del tramonto a Trani, a 45 minuti di auto seguendo la costa verso nord. Definita una perla nascosta, vanta un porto estremamente scenografico che un tempo era un vivace crocevia commerciale e da cui partirono anche dei crociati per la Terra Santa. Non dimenticate di passeggiare fino alla Villa Comunale con i suoi pappagalli in libertà e fino al Fortino da cui godere di una panoramica dall’alto.

Polignano a Mare

Polignano a Mare
Polignano a Mare

Seguendo la linea costiera a mezz’ora di auto a sud di Bari vi è un altro gioiello, ovvero Polignano a Mare. Sviluppatasi molto durante il dominio normanno e poi sotto Venezia, è una cittadina la cui parte antica caratterizzata da strette viuzze e case bianche candide sorge a strapiombo sul mare in cima a una ripida scogliera. L’ingresso a questa zona, divisa da quella più moderna da una cinta muraria, avviene attraverso l’Arco Marchesale. Da qui si avanza di piazzetta in piazzetta fino al fulcro della vita locale, ovvero Piazza Aldo Moro.

In Piazza Vittorio Emanuele ci sono poi la Torre dell’Orologio e la Chiesa Matrice di Santa Maria Assunta fiancheggiata da un imponente campanile e con al suo interno le spoglie del patrono San Vito.

È giunto però il momento di una foto e di un bagno presso la famosa Lama Monachile, meglio conosciuta come Cala Porto, ovvero una spiaggetta lunga e stretta in corrispondenza di quella che un tempo era la foce di un torrente. Se volete una foto dall’alto di questo angolo davvero speciale recatevi sul vicino ponte borbonico. Ma le sorprese non sono finite qui perché vi sono ben una settantina di grotte naturali, alcune delle quali visitabili con delle gite in barca. La grotta Palazzese è di sicuro quella più conosciuta, collegata al Palazzo Marchesale e sede di eventi esclusivi. In linea con la tradizione, oggi vi è un ristorante fra i più belli al mondo.

Alberobello, Cisternino e Ostuni

Alberobello
Alberobello

La parte centro-orientale della regione Puglia è occupata dalla provincia di Brindisi, una cittadina portuale capolinea della Via Appia al tempo dei Romani, punto ancora visibile oggi con una della due colonne che lo contrassegnavano. Ma i veri gioielli di queste zone si trovano fuori città e sono primo fra tutti la cittadina di Alberobello, dichiarata patrimonio UNESCO e assolutamente unica al mondo.

Qui anziché trovare delle normali abitazioni, gli abitanti vivono ancora nei “trulli”, tipiche costruzioni rurali in pietra a secco e di forma conica. Cominciate subito la visita al trullo-museo in modo da apprendere tutto quello che c’è da sapere su questi edifici, ancor oggi visibili soprattutto nelle campagne. Passeggiando potrete comprare dei souvenir artigianali di fine fattura in vendita in molti trulli adibiti a negozio.

Nelle vicinanze c’è anche Cisternino, tranquilla cittadina dell’interno che attira specialmente alle ore dei pasti con i suoi “fornelli”. Si tratta di macellerie dove la carne che si ordina viene grigliata sul momento e consumata presso i tavoli all’interno o nelle piazzette.

Non resta che terminare il giro con una passeggiata a Ostuni detta “città bianca” proprio per il bianco accecante delle sue case di pietra. Durante i tragitti in auto tenete d’occhio le insegne di rivendita di prodotti tipici come porcellane, mozzarelle, olio d’oliva e capperi. Comprare direttamente dai produttori è una vera fortuna e garantisce la massima qualità.

Lecce

Lecce
Lecce

A soli 40 km da Brindisi e 150 km da Bari, la città di Lecce è il capoluogo della provincia più a sud della Puglia. Questa “città delle cento chiese” accoglie i turisti con un’enorme ricchezza di edifici eleganti e per lo più barocchi, anche se la sua storia è ben più antica.

Nella centrale piazza Sant’Oronzo vi è una testimonianza ben visibile del periodo romano, ovvero i resti di un anfiteatro che nel II sec. d.C. ospitava fino a 25.000 spettatori.

Non lontano, in Via della Cartapesta si può ammirare anche la cavea di un altro teatro romano. Vi è anche il Castello di Carlo V, ora sede dell’Assessorato alla Cultura, e dove si tengono mostre temporanee. Lecce è una città magnifica e che va scoperta a piedi imboccando un vicolo dopo l’altro senza guardare la cartina e facendosi trascinare dal proprio istinto. Premiatevi poi con un aperitivo o un pasto in uno dei tanti e piacevoli bar e ristoranti.

Otranto e Santa Maria di Leuca

Otranto
Otranto

Un road trip di cui non dovete assolutamente privarvi è quello che da Otranto a est arriva fino all’estrema punta del tacco, ovvero Santa Maria di Leuca, per risalire a ovest fino a Gallipoli.

Si tratta di quasi due ore di auto alla scoperta del Salento attorniati da paesaggi selvaggi e scogliere spesso alte e ripide. Programmate diverse soste a piacimento per fare il bagno in calette da sogno, come ad esempio le Spiagge bianche di Pescoluse o la Cala dell’Acquaviva, per nominarne solo alcune. Dovete anche assolutamente fermarvi alla Basilica De Finibus Terrae, che marca proprio il punto in cui finisce l’Italia, presso Santa Maria di Leuca.

Ovviamente anche le stesse città di Otranto e Gallipoli meritano una visita, soprattutto la città fortezza di Otranto, imponente e molto ben conservata. Il centro storico con al suo interno la Cattedrale e il Castello Aragonese è protetto da una massiccia cinta muraria costruita alla fine del Quattrocento dopo la tremenda invasione turca. Anche qui è d’obbligo una bella passeggiata e un pranzo a base di pesce per poi finire in bellezza a riposare sulla sabbia bianca alla Baia dei Turchi poco a nord.